Pubblicato da Rigoletto Records il 19 settembre 2017
http://www.rigolettorecords.com/web/eventi/ugo-cattabiani-e-gabriele-fava-saxguitarduo-live-on-the-road-cafe-pr/

Se esiste una strada “americana” nella nostra provincia, quella è senz’altro la sp 343, che si stacca dal limite nord della città, e va a sbattere dritta dritta sull’alveo del Po. Tutti la chiamiamo Asolana -a volerla ostinatamente proseguire, oltre il ponte, arriva fino ad Asola- ed è americana perchè, fatte le dovute proporzioni, sembra [...]

Ugo Cattabiani

In attività dal 2002

http://www.rigolettorecords.com/web/autori/ugo-cattabiani-2/

Ugo Cattabiani (Parma, 1977) opera nella zona d’origine come chitarrista, scrittore e compositore a partire dalla seconda metà degli anni ’90. Interrotti gli studi giovanili di pianoforte, si dedica all’approfondimento della tecnica chitarristica sotto la guida di Beppe Ugolotti (maestro di un’intera generazione di chitarristi parmigiani) e Juan Carlos “Flaco” Biondini.

I primi tentativi di scrittura in musica portano alla realizzazione di una demotape con testi in inglese (The Piazza, 1996, autoproduzione).

Realizza due cd con la band Il Gran Ciambellano (Il popolo grasso, 2002, autoproduzione, e Il popolo minuto, 2004, autoproduzione).

Nel 2008, assieme all’amico Alessandro Casappa, pubblica per LoL Production il concept Ottobre Scirocco.

Il 2011 è l’anno della fondazione di Rigoletto Records, consorzio di cantautori di stanza a Parma, di cui Ugo è ideatore e attualmente presidente; nello stesso anno vede la luce il primo vero lavoro da solista, “Il cortigiano”, che richiama nel titolo il trattato di Baldassarre Castiglione del 1528: 14 tracce per esprimere in musica la rivolta dell’artista costretto a vivere all’ombra del potere. Nel 2012 il disco viene segnalato dal Club Tenco come una delle proposte più interessanti nel panorama della musica d’autore italiana.

 

Il più recente lavoro in studio, dal titolo “Vicolo Riccardi n° 1″ (2014), è un viaggio ideale alla ricerca dell’ispirazione e della creatività attraverso le strade meno frequentate della periferia emiliana. Un genere che si può definire con approssimazione “cantautorale” ma che porta con sé reminiscenze di rock, blues e bossa nova.

“Il disco si aggiudica il premio ParmAwards 2015 nella categoria MIGLIOR DISCO (leggi l’intervista rilasciata a Martin Cervelli per il blog “Musica e Disincanti”).

Il 2015 è un anno particolarmente intenso di eventi e riconoscimenti.

Nel mese di ottobre Cattabiani presenta al Premio Tenco di Sanremo il docufilm “Trobàr – viaggio alla ricerca della canzone” realizzato con il regista parmigiano Luca Vitali: una serie di interviste ai grandi nomi della canzone d’autore italiana, per cui realizza una colonna sonora originale.

A novembre pubblica su youtube il singolo “Mi piace il bar” con testo dello scrittore milanese Andrea G. Pinketts.

Nel mese di dicembre Cattabiani è invitato alla decima edizione del Gran Galà della Musica organizzato da Kayman Records al Corallo di Scandiano (RE): nel corso della serata riceve da Aldo Pedron, fondatore delle riviste musicali Il Mucchio Selvaggio e Buscadero, il PREMIO SPECIALE MIGLIOR CANTAUTORE 2015.

Il 2015 si conclude con un’intervista a Francesca Costi per Parma Report in cui Cattabiani sintetizza la sua esperienza di scrittore in musica (o di musicista che racconta storie).

Rispondi